La Scienza e la Tecnologia non possono essere fermate

Traduzione da Science & Technology cannot be stopped

 

Nel 1589, William Lee inventò il telaio per maglieria. Ebbe l'opportunità di mostrare la sua macchina alla Regina Elisabetta I. La Regina si rifiutò di concedergli il brevetto, osservando che: “Mastro Lee, tu punti in alto. Considera cosa potrebbe fare la tua invenzione ai miei sudditi. Sicuramente potrebbe portarli alla rovina lasciandoli senza impiego, convertendoli in mendicanti”. L'opposizione delle associazioni di categoria fu così forte che William Lee dovette lasciare l'Inghilterra.

Tanti sono gli esempi di associazioni che hanno cercato di fermare la diffusione delle invenzioni. Le rivolte tra il 1811 e il 1816 denominate “Luddite” furono manifestazioni degli operai per paura dei cambiamenti tecnologici.
D'altra parte secondo la profezia di John Maynard Keynes  il ritmo con cui si riduce l'uso dei lavoratori supererà il ritmo con cui siamo in grado di trovare nuove occupazioni.


Ai giorni nostri i sindacati giustamente si oppongono al calo dell'occupazione manifatturiera ed alla scomparsa di altri lavori di routine che sono la causa degli attuali bassi tassi di occupazione.
In effetti una recente indagine condotta dal McKinsey Global Institute mostra che il 44 % delle imprese che hanno ridotto il proprio personale dopo la crisi finanziaria del 2008 lo ha fatto per mezzo dell'automazione.
E' un fatto che un lavoro che segue procedure ripetitive può essere codificato nel software di un pc e pertanto essere eseguito da un computer. Ma il ritmo dell'innovazione tecnologica è ancora in aumento e ad una velocità elevata e la computerizzatone non è più confinata a compiti di produzione di routine.
Sono stati prodotti molti studi su questo tema. L'evoluzione della scienza e della tecnologia non è facile da prevedere e l'effetto sulla situazione sociale ancora più difficile da prevedere.
Possiamo fare riferimento solo a recenti analisi sui posti di lavoro a rischio
(elaborazione da Carl Benedikt Frey e Michael A. Osborne ) :

 

Conduttori di Bus, Conduttori di tram, conduttori di metropolitana, conduttori di treni, piloti di aereo, comandanti di navi, Redattori tecnici, operatori di apparecchiature di manutenzione, operatori di macchine da cucire, Tassisti e autisti, Assistenti Risorse Umane, ispettori dei Trasporti, Guide turistiche, operatori nelle Stazioni di servizio per la distribuzione di carburante, Elettricisti installatori e riparatori,  Assistenti/aiutanti in Ristoranti, Caffetterie e bar, Operatori di macchine, Tecnici Farmacia, Intervistatori, agenti di assicurazione, Commessi per vendita al dettaglio, Chi prepari e serva il cibo in un servizio misto tra cui fast food, Operatori di unità di servizi per il petrolio e il gas, Modellisti, metallo e plastica, Installatori e Riparazioni di Radio, cellulari, e attrezzature di torre, operatori e venditori che si incarichino dell'estrusione, formatura, pressatura e compattazione delle macchine,  addetti a materiale di rifiuto e/o riciclabile, Ispettori delle Tasse, Operatori e venditori di macchine per la Forgiatura del metallo e della plastica, Operatori per Camion e trattori industriali, Commercialisti e Revisori Contabili, Operatori e vendita di macchine per  Foratura  di metallo e plastica, Impiegati e operatori di macchina per il servizio postale, camerieri e cameriere, analisti di bilancio, Corrieri e messaggeri, intervistatori, pittori, tappezzieri, stuccatori, addetti alla reception di Hotel e Motel, Costruttori di pneumatici, Venditori porta a porta, venditori di giornali, venditori ambulanti, Supervisori di lavori di pulizie, ispettori agricoli, Assistenti legali e para-legali, Esattori, Assistenti di biblioteca e di uffici in generale, Ingegneri operativi e  operatori di altre apparecchiature di costruzione, Lavoratori Stampa e Legatoria, Assemblatori di apparecchiature elettriche ed elettroniche, Personale non qualificato del Servizio Postale, addetti alla reception e gli Impiegati del servizio  informazioni, Impiegati di ufficio in generale, Operatori di Centralino Telefonico, Servizio al bancone nelle Caffetterie, concessioni di cibo e Coffee Shop, Segretari e assistenti amministrativi, Tecnici per mappatura e rilievo, Modellisti in Legno, Cuochi, Uscieri, assistenti di Lobby, Personale per la Fatturazione e l'invio delle fatture, Operatori di macchine per calzature, Assemblatori apparecchiature elettromeccaniche, Tecnici Laboratorio dentistico, Cassieri, Proiezionisti al cinema, Impiegati, Mediatori Immobiliari, operatori telefonici, Personale per le buste paga, Persone per autorizzare il credito, Persone per la Contabilità e Revisione dei Conti, Segretari legali, Operatori Radio, analisti di credito, operatori di macchine per imballaggio, Arbitri  ed altri funzionari di sport, Periti assicurativi per danni Auto, Impiegati di intermediazione, Data Entry , Tecnici Biblioteca, Lavoratori processo fotografico, fiscalisti, Telemarketers.

 



I lavori più a rischio di scomparsa sono naturalmente quelli relativi alle lavorazioni ripetitive, alle funzioni di segreteria e servizi di assistenza, soprattutto in amministrazione, vendite, trasporti, costruzioni, e nell'ambiente minerario, energetico e della produzione manufatturiera. Meno a rischio, ma non del tutto, sono le posizioni nella gestione qualificata, nelle arti e nei media, nella legge, l'istruzione, la sanità e i servizi finanziari.
Il ritmo di scomparsa di quei posti di lavoro dipende dalla velocità della scienza e della tecnologia e sarebbe inutile e ingiusto opporvisi. Ci sono mezzi politici e sociali per ridurre i danni. E ' la Terza Rivoluzione Industriale.

Jeremy Rifkin prevede centinaia di milioni di persone che producono la propria energia verde nelle loro case, uffici e fabbriche, e la condividono con altri in una "internet dell'energia", proprio come facciamo ora creando e condividendo le informazioni online.

Cioè: lo spostamento verso l'energia rinnovabile; trasformando il patrimonio edilizio di ogni continente in impianti micro - energia verde per raccogliere le energie rinnovabili in loco; la distribuzione di idrogeno e altre tecnologie di storage di ogni edificio e in tutta l'infrastruttura per immagazzinare energie intermittenti, utilizzando la tecnologia di Internet per trasformare la rete elettrica di tutti i continenti in un internet dell'energia che agisca proprio come Internet (quando milioni di edifici stanno generando una piccola quantità di energia rinnovabile a livello locale, sul posto, possono vendere surplus di elettricità verde di nuovo alla griglia e condividerla con i loro vicini continentali); transizione della flotta di trasporto per i plug-in e veicoli elettrici a celle di combustibile in grado di acquistare e vendere energia elettrica verde su una rete elettrica intelligente, continentale, interattiva. (Jeremy Rifkin, “Third Industrial Revolution”).

La visione di Rifkin sta già guadagnando molto consenso nella comunità internazionale. Il Parlamento dell'Unione europea ha emesso una dichiarazione formale che chiede la sua attuazione, e altre nazioni in Asia, Africa e nelle Americhe, stanno preparando in fretta le proprie iniziative per la transizione al nuovo paradigma economico.

REFERENCES

  • Acemoglu, D. and Autor, D. (2011). Skills, tasks and technologies: Implications for employment and earnings. Handbook of labour economics.
  • Armstrong, S. and Sotala, K. (2012). How we’re predicting AI – or failing to. Tech. Rep., Oxford: Future of Humanity Institute, Oxford University.
  • Bright, J.R. (1958). Automation and management. Division of Research, Graduate School of Business Administration, Harvard University Boston.
  • Brynjolfsson, E. and McAfee, A. (2011). Race against the machine: How the digital revolution is accelerating innovation, driving productivity, and irreversibly transforming employment and the economy. Digital Frontier Press Lexington, MA.
  • Katz, L.F. and Margo, R.A. (2013). Technical change and the relative demand for skilled labor: The united states in historical perspective. Tech. Rep., NBER Working Paper No. 18752, National Bureau of Economic Research.
  • Keynes, J.M. (1933). Economic possibilities for our grandchildren (1930). Essays in persuasion.
  • Markoff, J. (2012 August). Skilled work, without the worker. The New York Times.
  • Murphy, K.P. (2012). Machine learning: a probabilistic perspective. The MIT Press.
  • Schumpeter, J.A. (1962). Capitalism, socialism and democracy. Harper & Row New York.
  • Ritorno alle (ab)origini
  • Noi no …..

     

Giuseppe Monti

Senior Advisor, Former Partner IMC (Integral Management Consulting Zurigo), CMC (Certified Management Consultant): Esperienza consolidata (+ di 50 anni) in Formazione Manageriale, Marketing Internazionale, Internazionalizzazione, Business Plan, Marketing Strategico, Organizzazione, pianificazione ed implementazione di Balanced Scorecard, di BCP Business Continuity Management, di ISO 9001, 14001 e SA8000, Lean Organization per aziende Piccole, Medie e Grandi. Direttore di Caos Management. Vice Presidente Associazione Culturale Progetto Innestol. Collaboratore de Il Giornale delle PMI.  Public Profile. 
 http://www.linkedin.com/in/giuseppemonti


Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to LinkedIn

Commenti   

 
0 #1 Laura Lambiase Profeta 2015-03-03 07:27
Caro Geppino ho letto con ansia la lunghissima lista di lavori in odore di obsoletità ( bruttitssimo neologismo),
narratori, fingitori, poeti, raccontatori di storie e di cose non vi appaiono.
Anche se molti scrittori già usano questi mezzi per scrivere i loro best seller, credo che la visione creativa e poetica del mondo resterà un compito umano.
Ma poi è proprio vero?
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna