Realtà Aumentata Versus Realtà Virtuale

Anche se le tecnologie della realtà virtuale (Virtual Reality) e della realtà aumentata (Augmented  Reality) sono nate qualche decennio fa, solo di recente hanno attirato l'attenzione del grande pubblico. Per la maggior parte delle persone, AR e VR sembrano abbastanza simili. La maggior parte delle persone confonde i due termini, anche le pubblicazioni di tecnologia a volte usano i termini in modo intercambiabile.
  

 

E in molte conferenze, seminari e/o workshop, ci si confonde spesso nel comprendere la differenza tra le due tecnologie (che creano due innovative modalità di comunicazione). Tuttavia la differenza non è da poco e possiamo evidenziarla in questo modo:

  • la Realtà Aumentata permette la sovrapposizione di informazioni alla realtà senza che l’utente perda il contatto da questa (la realtà viene arricchita, aumentata);

 

  • la Realtà Virtuale  è in grado di immergere l’utente in una nuova realtà totalmente simulata.



La realtà aumentata produrrà così una modalità di comunicazione  aperta,"trasparente", dove alla realtà circostante le informazioni aggiuntive non sono solo sovrapposte, ma sono contestuali alla stessa.

 

Ben diversa è la modalità di comunicazione "occlusiva" prodotta dalla realtà virtuale dove le informazioni costituiscono l'ambiente artificiale in cui è totalmente immerso l'utente.

 

L’avvento di dispositi per la realtà virtuale (come i visori Oculus Rift, appena messi in commercio, o i Samsung Gear VR) e di smartphone/tablet e smart glasses sempre più performanti sta aprendo le porte ad un esplosivo successo commerciale.


Un mercato quello legato ad Augmented & Virtual reality, che secondo le stime di Digi-Capital, nel 2020 raggiungerà 120 miliardi di dollari: 90 miliardi di dollari per la Augmented Reality e 30 miliardi di dollari per la Virtual Reality.


Da questi dati si evince chiaramente che la realtà aumentata sarà la tecnologia che modificherà sostanzialmente il nostro modo di comunicare e, soprattutto, di interagire con essa.
Lo hanno dimostrato già in tanti campi d'applicazioni sviluppatori ecreatori di contenuti nel produrre nuove modalità di narrazione aumentata (penso agli augmented book p.es. come "la sirenetta" - The Little Mermaid "https://www.youtube.com/watch?v=pqsFx_CHv44", ma i casi sono numerosissimi).

 

In tutte le occasioni in cui mi ritrovo per lavoro o per diletto a parlare di realtà aumentata ripeto sempre che questa è come un grande contenitore dove ci si può mettere tutto, frullare e ottenere un nuovo oggetto comunicativo. E' un po' come la nascita di un nuovo linguaggio, abbiamo le lettere ma se non le inseriamo secondo una certa sequenza e non rispettiamo la sintassi, non otteniamo niente di leggibile. Questo è solo per dire che le potenzialità di questa tecnologie e di conseguenza, di queste nuove modalità di comunicazione, saranno espresse al massimo se saremo capaci di metter al centro di tutto i contenuti.

Image Credit: Oculus Blog, Vuforia Devices, augmentedrealitytrends.com/augmented-reality, Microsoft HoloLens. Books & Magic.

 

Mirko Compagno

Augmented reality architect and UX designer. CTO di THE ROUND (società operante nel settore ICT) e di SEETI (spin off universitario dell’Università degli studi di Roma Tor Vergata). Progetto e realizzo ambienti di realtà aumentata per imprese e istituzioni. Collaboro come docente con Università e Istituti di formazione professionali dove tengo corsi di Comunicazione Aumentata, di Realtà Aumentata, di Realtà Virtuale e iloro campi d’applicazione.

Attualmente mi sto occupando, come responsabile della divisione “Virtual learning plus” di SEETI (obiettivo della divisione è implementare le tecnologie della realtà aumentata e virtuale all’interno di ambienti e-learning), delle applicazioni della augmented reality, nel settore della medicina fisica e riabilitativa. Il progetto prevede la virtualizzazione di pazienti reali attraverso la creazione dei loro avatar antropomorfi in grado di emulare correttamente abilità e/o disabilità motorie. Ho redatto, in collaborazione con IWA (http://www.iwa.it/), le specifiche del nuovo profilo professionale per il Web, l’ “Augmented Reality Expert” (http://blog.iwa.it/skills/competenze-digitali-arrivano-nuovi-profili-per-web/, http://www.skillprofiles.eu/stable/g3/profiles/WSP-G3-022.pdf).

Contatti     Mob.: 347 1051613 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to LinkedIn

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna