IL MONDO CAMBIA - vittime o protagonisti (nuovi campi, nuovi giocatori)

 

Perchè nel mondo alcune persone riescono e altre no?

Earl Nightingale “Atteggiamento, parola magica”

 


Il vivere in mezzo agli altri è sicuramente la più grande opportunità per crescere, ma è anche un problema molto difficile da risolvere.

Il rapporto di interdipendenza con il mondo (con gli altri) è un canale di comunicazione occulto che tutti utilizziamo in modo  empirico, spesso senza consapevolezza e conseguente responsabilità. Siamo, però, sempre alla ricerca di una di sorta di ottimizzazione del rapporto con gli altri.

Questa ricerca diventa spesso utopia a causa della  mancanza di consapevolezza -da parte di ognuno- circa le possibilità individuali di negoziazione costruttiva, finalizzata alla mutazione dell'ambiente attraverso una mutazione del proprio comportamento.

L’aspettativa passiva di segnali di miglioramento da parte del mondo nei nostri confronti penalizza ogni proponimento e vanifica speranze e ambizioni sul modello di comportamento che ognuno vorrebbe -in fondo- ispirasse i rapporti negoziali fra le persone.

Nel mondo del lavoro il problema assume dimensioni importanti.
Lo studioso americano Earl Nightingale, con la sua proposta di ingegnerizzazione del comportamento, ci provoca; ma ci permette -allo stesso tempo- di sperare. Soprattutto ci aiuta a responsabilizzarci nei confronti di un risultato negoziale al quale nessuno di noi rinuncia, ma che pochi di noi rincorrono con un programma preciso.



Atteggiamento mentale positivo

Cambiare atteggiamento in 12 mosse


  1. All'inizio di ogni impresa è il nostro atteggiamento, sopra qualsiasi altra cosa, che ne  determina la riuscita
  2. E’ il nostro atteggiamento verso la vita che determina l'atteggiamento della vita verso di noi
  3. Noi siamo interdipendenti, è impossibile riuscire senza l'aiuto degli altri. Ed è il nostro atteggiamento verso gli altri che determina il loro atteggiamento verso di noi
  4. Prima che una persona riesca a realizzare il tipo di vita che desidera, deve     trasformarsi nel tipo di individuo che intende diventare. In altre parole deve pensare,  agire,  camminare, parlare e comportarsi come farebbe la persona che desidera diventare.
  5. Più in alto si va, in qualsiasi organizzazione apprezzabile, migliore è l'atteggiamento che si trova
  6. La nostra mente può tenere soltanto due posizioni, e visto che non c’è niente da guadagnare dall'essere negativi, siamo positivi
  7. L’ambizione più profonda del genere umano è di sentirsi necessari, importanti,     sentirsi apprezzati. Soddisfare queste esigenze è l’unica strada per tentare di essere contraccambiati
  8. Scegliamo soltanto le nostre idee migliori, qualcuno disse: “Non ho mai incontrato nessuna persona dalla quale non potessi imparare qualcosa”
  9. Non sprechiamo tempo prezioso facendo sfoggio dei nostri problemi personali. E’  probabile che non aiuti noi e certamente non aiuterà gli altri
  10. Non parliamo mai della nostra salute a meno che non sia ottima
  11. Assumiamo un atteggiamento confidente, di benessere, della persona che sa dove vuole arrivare. Il nostro atteggiamento ispirerà le persone che ci circondano e ci succederanno cose meravigliose
  12. Per i prossimi trenta giorni trattiamo tutte le persone con le quali saremo in contatto come se fossero le persone più importanti della terra. Se riusciremo a far ciò per trenta giorni, lo faremo per il resto della nostra vita.





VERIFICA



1 In relazione alla qualità dei rapporti negoziali che riesci ad avere con gli    
   altri, che tipo di personalità pensi di avere?

  • Ottima
  • Buona
  • Cattiva
  • Pessima


  Gli altri, a tuo avviso, come giudicano il tuo tipo di personalità?:

  • Ottima
  • Buona
  • Cattiva
  • Pessima


2  Cosa sarebbe opportuno modificare, secondo te, della tua personalità?

  • Fattori interni_________________________________________
  • Fattori esterni___________________________________

 

3  Quali sono i tipi di personalità che ti danno più fastidio?
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------
4    Cosa fai per trattarle-combatterle?
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------
5   Rifletti su quanto esposto
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

Franco Marmello

Membro AIF Associazione Italiana Formatori, Responsabile Italia “Bottega del Cambiamento”, Giornalista, scrittore. Il progetto bottega si rivolge all'Uomo Nuovo in Azienda: una risorsa consapevole della complessità organizzativa provocata dal fenomeno del cambiamento, consapevole di dover crescere in modo meno empirico rispetto al passato, sia sul piano professionale che sul piano umano.


www.bottegadelcambiamento.it


Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to LinkedIn

Registrazione al tribunale di Roma N° 3/2004 del 14/01/2004

Registrati