IL TEMPO DI VITA

Cluster Egocreanet 2018- Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
------------------------------------------------------------------------------

Il tempo e lo spazio sono rappresentazioni delle energia che si trasforma; pertanto lo scenario dello "spazio / tempo" cambia per contenere una complessità di trasformazione più coerente con l’avanzamento delle conoscenze sulla interazione tra le forme di energia.

Pertanto nella fisica classica il tempo e lo spazio sono stati ritenuti indipendenti e rappresentati da uno Scenario Euclideo ( X,Y,Z,T) dove tempo e spazio sono entità assolute, poiché la forma prevalente della energia è stata considerata solo quella del movimento così che la reversibilità del moto viene considerata nelle tre diverse direzioni ortogonali dello spazio e dove il tempo fluisce linearmente.

In tal modo il “Tempo del MOTO” indica la unica direzione dello sviluppo di un sistema, e di conseguenza le equazioni del moto della Fisica Classica, sia quella della formula newtoniana (F=ma) che quella relativistica di Einstein (E= mC2) risultano perfettamente reversibili rispetto al Tempo, considerato lineare e misurato da una convenzione rappresentata della successione numerica dell'Orologio.

La freccia del Tempo, intesa come Tempo di Trasformazione é stata successivamente presa in considerazione per i sistemi Termodinamici in relazione della trasformazione di ENERGIA IN MOVIMENTO delle macchine.

Pertanto oltre alla Energia intesa come moto, la Termodinamica prende in considerazione il cambiamento della energia che avviene nella transizione tra sistemi ordinati (a più bassa Entropia) a sistemi più probabili a più alta dispersione di energia (come ad es. quando gas si espande e genera moto nel motore) producendo maggior Entropia (in vero: inquinamento) nell'ambiente. (1)

I sistemi viventi in vero “NON" sono concepibili come sistemi termodinamici perche si auto-riproducono assumendo energia e materia dall’ambiente. La vita pertanto è un sistema altamente improbabile poiché anziché aumentare la entropia agisce come un sistema "neg-entropico" (a "entropia negativa").

Tale inversione “neg-entropica” è resa possibile mediante la complessa integrazione sinergica tra informazione (genetica ed epigenetica) le quali vengono processate in forma quantizzata della Luce e del Suono (biofotoni e biofononi), al fine di attivare i processi ciclici/circadiani di trasformazione della materia (Acqua e Cibo ed Ossigeno). (2)

Il “Tempo della Vita”, a differenza della freccia del tempo dei sistemi termodinamici, assume quindi una dimensione “circolare” che puo essere definita dalla composizione bidimensionale simultanea dei due Tempi:

a) il Tempo del Moto , e

b) il Tempo della trasformazione.

Pertanto la evoluzione del tempo nei Sistemi Viventi assume una forma di una trasizione elicoidale evolutiva (simile alla morfogenesi assunta dal DNA) cosi che il "Tempo della Vita" viene ad essere “irreversibile” in quanto procede unicamente verso la direzione del “Futuro”.

<La Forma del Tempo>.

Il matematico Hermann Minkowski 1864 – Göttingen, 12 gennaio 1909), ha delineato la forma della relatività dello spazio-tempo quadridimensionale suddivisa in Passato, Presente ed iFuturo.(3)






Nella concezione di EGOCREANET, la evoluzione la struttura del tempo di Minkowski viene reinterpretata in quanto le relazioni relative tra "tempo e spazio", assumono la forma dettata dall’avanzamento delle conoscenze sulle interazioni di trasformazione tra le principali forme di energia. (4)

Pertanto il Passato è rappresentato dalla struttura del mondo Euclideo in coordinate cartesiane (X,Y,Z,T), mentre il Presente è rappresentato da un "ologramma" che deriva dalla proiezione del Passato sul piano bidimensionale nello spazio e nel tempo del Presente (in coordinate : X,Y, T1,T2) , mentre il Futuro è rappresentato da il “Cono di Luce” dove, rispetto al modo Euclideo, le coordinate di spazio e tempo generano una completa inversione della Matrice dello Spazio Tempo. ( X,T1,T2,T3). (5)


In conclusione la trasformazione evolutiva della vita, si basa sul “TEMPO DI VITA” , che similmente allo scenario di Minkowski, viene rappresentata da un cono costruito elicoidalmente che parte da un punto olografico del Presente e quindi si apre nella direzione del Futuro, ampliando la area di probabilità di sviluppo e di differenziazione del sistema vivente e della sua biodiversita.

Firenze 29/05/2018

(1)- Maxmilian Caligiuri: http://www.scienzaeconoscenza.it/blog/fisica-dell-incredibile/la-freccia-del-tempo-prima-parte

(2) – Biologia Quantica : http://www.edscuola.eu/wordpress/?p=100607

(3)https://argomentidifisica.wordpress.com/2011/03/30/lo-spaziotempo-di-minkowski/

(4)- Ei /Ev//EM : http://www.caosmanagement.it/n62/art62_04.html

(5) http://www.academia.edu/10205028/QUANTUM_SPACE_TIME_MATRIX_THIRD_REVIEW_
http://venezian.altervista.org/Scienzarte/48__Quantum_Space_Time_Matrix.pdf
http://www.caosmanagement.it/218-quantum-space-time-matrix

Paolo Manzelli

Nato a Terni il 25/06/1937, Chimico Fisico (Laurea: Firenze 1967), Studioso della Chimica del Cervello sulla base delle relazioni tra Energia, Materia ed Informazione. Direttore del Laboratorio di Ricerca Educativa del Dipartimento di Chimica della Università di Firenze.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
http://www.chim1.unifi.it/group/education/, e Presidente della Associazione Telematica EGOCREANET; http://www.egocreante.it;
www.edscuola.it/lre.html;
www.wbabin.net;
http://www.descrittiva.it/CALIP/dna/DomandeRAI3.PDF
http://www.genitoridemocratici.it/htm/creatprg.htm;
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
dabpensiero.wordpress.com/;
www.globale.it


Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to LinkedIn