La Missione civile dell’Unione Europea in Somalia

 

EUCAP Somalia (già EUCAP Nestor)

Background della Missione XF


Nel luglio 2012 l’ Unione Europea ha lanciato EUCAP Nestor, una missione di capacity building marittima nel campo civile  che operava in quattro stati nel Corno d’Africa e nell’ Oceano Indiano Occidentale (Gibuti, Seychelles, Somalia e Tanzania).

Nel 2015, le attività della Missione in tutti gli  stati sopra citati , ad eccezione della Somalia, sono state chiuse e il quartier generale della missione é stato spostato da Gibuti alla Somalia. Nel dicembre 2016, alla Missione è stato dato un nuovo nome, EUCAP Somalia, e un nuovo e più ampio mandato di sicurezza marittima in campo civile: assistere la Somalia nel rafforzare e rendere più efficaci le sue capacità di sicurezza marittima e la legislazione di riferimento.

Il personale della missione è dislocato in Somalia presso il quartier generale a Mogadiscio e negli uffici sul campo ad Hargeisa (Somaliland) e Garowe (Puntland); conserva inoltre un Back Office Amministrativo a Nairobi.


Mandato ed Attività
La missione contribuisce alla resilienza e alla capacity building  al fine di rafforzare lo stato di diritto marittimo a livello federale e regionale in Somalia, sotto guida locale. Scopo primario è consigliare le autorità federali e regionali somale nello sviluppo di una normale formazione della guardia costiera e le funzioni di polizia marittima nelle zone costiere in terra e per mare. La Missione fornisce consiglieri a livello strategico, attività di mentoring e alcuni training specifici, che includono specifiche nicchie di stato di diritto e sicurezza, come la cooperazione polizia- procuratori e la redazione delle legi.  Tutto ciò assicura il focus sullo sviluppo di una architettura di sicurezza marittima resiliente e sostenibile. La missione lavora fianco a fianco con il Governo Federale della Somalia, oltre che con le autorità del Puntland e del Somaliland, e sviluppa relazioni anche con altri Stati Federali somali.

Le attività operative della missione forniscono  supporto allo sviluppo e alla realizzazione di una politica di law enforcement nel campo della sicurezza marittima civile, cornici legislative ed istituzionali, in aggiunta ad attività di capacity building  delle agenzie di implementazione della legge nel settore marittimo civile, dei magistrati e dei procuratori.

I principali collaboratori  della Missione EUCAP Somalia  sono: l’Unità di Polizia Marittima della Forza di Polizia Somala (SPF MPU) a Mogadiscio, la Guardia Costiera del Somaliland e la Polizia Portuale di Bosasso, oltre che il Ministero dell’Interno, della Giustizia e della Pesca, l’Ufficio del Procuratore Generale, la polizia, i procuratori e i magistrati, a livello federale e statale. La missione supporta altresì  meccanismi di sicurezza marittima somala a livello strategico, in particolare il Comitato di Coordinamento Marittimo Nazionale (NMCC) e il Comitato di Coordinamento di Sicurezza Marittima (MSCC). Advising, mentoring e training strategici della missione si accompagnano a training operativo specializzato fornito da altri partner, in particolare l’Ufficio delle Nazioni Unite per la Droga e il Crimine (UNODC) e l’Unità Marina di AMISOM.  

 

Inoltre, la missione lavora in stretta cooperazione e coordinamento con altri strumenti dell’Unione Europea e partner internazionali, al fine di fornire risposte più efficaci  alle priorità somale e supportare la realizzazione di una strategia marittima nazionale onnicomprensiva. Infine, la Missione promuove i diritti umani e l’uguaglianza di genere all’interno dei suoi programmi di capacity building.

Valentina Tropiano Zanghì

35 anni, è originaria di Udine e si é laureata magna cum laude in Scienze Internazionali e Diplomatiche a Gorizia. Ha lavorato nella Missione EUCAP Somalia in qualità di Planning Officer e Assistente Speciale pro tempore del Capo Missione a Mogadiscio. Tra il 2013 e il 2015 è stata Consigliere Politico del Rappresentante Speciale dell'Unione Europea a Kabul, distaccata dal Ministro degli Affari Esteri. In precedenza ha lavorato presso EUPOL Afghanistan a Kabul e presso la NATO ad Herat. Oltre a studio e lavoro, si é dedicata ad attività più mondane: nel 2006 ha fatto il suo debutto in società in occasione del Gran Ballo delle Debuttanti “Vienna sul Lago”, a Stresa, e l'anno successivo all'Opernball di Vienna. Ha collaborato con soddisfazione con il professor Vincenzo Porcasi, docente di Diritto del Commercio Internazionale presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Trieste, ed è Cultore della Materia. Nel 2012 il Segretario Generale della NATO le ha conferito la medaglia NON-ART 5 per il suo impegno nella missione NATO/ISAF in Afghanistan. Di recente si è sposata e vive a Verona.


Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to LinkedIn

Registrazione al tribunale di Roma N° 3/2004 del 14/01/2004

Registrati