Dalla Redazione

N°127 gennaio-febbraio-marzo  

 

 

10/03/2020, Roma,  ore 18.00,  e mentre mi accingo a scrivere dalle finestre del palazzo della strada dove vivo arriva l’Inno Nazionale d’Italia. Siamo tutti a casa confinati uscendo con una autocertificazione che spiega perché stiamo lasciando la nostra abitazione e le ragioni sono: recarsi al lavoro (naturalmente, solo chi è costretto a recarsi sul posto di lavoro), a fare la spesa, farmacia e basta. Per il resto lo slogan è: “#restiamotuttiacasa”.

11/03/2020 L’OMS ha decretato la Pandemia del Corona Virus. Oramai è ufficiale. Tutto è iniziato nella provincia di Wuhan in Cina, un posto per noi sconosciuto e soprattutto lontano, molto lontano. Non ci competeva per niente. Anzi, noi ci sentivamo molto al sicuro, al riparo di qualsiasi cosa nelle nostre vite, con le nostre routine, e con la sensazione soprattutto di essere oramai eterni, invincibili. La peste bubbonica, la spagnola sono cose di altri tempi. Noi siamo tecnologicamente avanzati, etc. etc. etc.

Ci sono voluti pochissimi giorni per trovarci ad essere additati dal mondo intero come gli “untori” del corona virus. Non importa! Non importa se è un complotto dei poteri forti o delle case farmaceutiche o di chicchessia!!! Qui si tratta di sopravvivere, si tratta di sperare che la parte più anziana della popolazione, ed in Italia è un numero considerevole, non ci lasci la pelle… si tratta di poter uscire da questa pandemia nella miglior maniera possibile, sia a livello di salute, sia a livello economico, sia a livello di   umani. Spero che finalmente si possa capire quali sono le cose importanti della nostra vita…

11/04/2020 Al giorno di oggi, questi sono i dati Globali:

Credo non ci sia nulla da aggiungere, è un fatto di una tristezza infinita, un addio a tantissimi essere umani morti, andati da soli, senza un conforto, senza i parenti, senza neanche una giusta sepoltura tante volte.

Ne usciremo cambiati, e bisogna prepararsi a questo cambio, facendo di tutto perché sia un cambio positivo, perché la nostra solita memoria corta non dimentichi troppo in fretta, e sarà compito di tutti noi che vada bene…

 

Gli articoli di questo mese:

 

“JAZZ&BUSINESS” di Giuseppe Monti. Dice Monti: “Niente meglio del jazz in questa atmosfera fangosa”.

 

“La complessità nella interpretazione della SINERGETICA– Parte IIIdi Ermanno Veccia. Nelle precedenti note (il Caos Management n. 109 e n.115), abbiamo delineato il modello concettuale della Sinergetica (“scienza degli effetti combinati”), proposto dal fisico tedesco H. Haken, all'inizio degli anni ‘70 del secolo scorso, per descrivere i fenomeni di autorganizzazione dei generici sistemi complessi.

 

“ANIMALI INTELLIGENTI” di Roberto Maffei. Un’intervista al Professor Giorgio Vallortigara. Questa intervista continua la serie concepita avendo in mente la “gente comune”. I temi sono vari, possono essere legati alle tecnologie informatiche e potranno apparire troppo specialistici; allora perché orientare questo lavoro alle “ordinary people”? Perché, per esempio per quanto riguarda le tecnologie, da una parte esse sono le utilizzatrici e, insieme, il bersaglio delle strategie che guidano la rivoluzione informatica; dall'altra parte, oggi le circostanze le stanno chiamando sulla scena della Storia, stanno trasformando i cittadini comuni in protagonisti.

 

“I FIGLI COME CLIENTI” di Franco Marmello.  Manuale sottovoce per parlare con inostri figli e avere qualche probabilità di essere ascoltati. Questa volta l’autore parla dei figli diffidenti…

 

“La burocrazia da WEBER a KAFKA” di Antonio D’Antonio. Affronto questo tema da esperto di Organizzazione e da appassionato lettore di Franz Kafka (1883-1924), del quale sto rileggendo piacevolmente il castello con lo sguardo della maturità.

 

“NANOMATERIALI E LA SICUREZZA” di Luigi Campanella.  La strada da percorrere per una gestione sicura dei nanomateriali è ancora molto lunga: La commissione europea, tuttavia, grazie al regolamento REACH pone i primi paletti per poter raccogliere quanti più dati scientifici possibili intorno a questa nuova tipologia di sostanze. 

 

“La salute circolare nell’interazione evolutiva tra: VIRUS – UOMO -AMBIENTE” di Paolo Manzelli.  La circolarità della evoluzione della salute include la mutazione dei Virus come elemento di disequilibrio e ri-equilibrio tra Fattori Ecologici, Salute, e cambiamento Ambientale.

 

“PER UN VIRUS DA FERMARE SUBITO” di Riccardo De Nardis. Siamo ormai arrivati a due mesi dall'inizio della diffusione del virus sul territorio italiano. Ascoltando le varie opinioni degli esperti che si succedono nei 999 canali del nostro televisore, farsi un idea è piuttosto difficile, siamo partiti dalla semplice influenza, passando per “le mascherine non servono a nulla”,  fino a ”il virus è mortale state tutti a casa” e non uscite neanche a fare una passeggiata da soli sul sentiero per l’eremo di S. Berardo, con un escalation comunicativa che aveva sempre l’idea di essere in ritardo….

 

LA PILLOLA DEL GIORNO PRIMA” di Marco Malvaldi e Roberto Vacca. Vaccini, epidemie, catastrofi, paure e verità. File pdf da scaricare.

  

“VIAGGIARE È CONOSCERE: la SARDEGNA produttiva” di Graziella Falaguasta. Riprende qui la serie di articoli riguardanti la presentazione di attività e di persone che ho avuto occasione di incontrare nei miei ormai numerosi e ripetuti viaggi in Sardegna. Lo spunto, questa volta, mi è stato suscitato dalla curiosità di sapere di chi fossero le capre che vedevo pascolare con grande tranquillità in una certa zona, a volte bloccando la strada che da Montevecchio porta ad Arbus, in Costa Verde, in località Gennè e Sciria. E questa curiosità mi ha portato a conoscere, ancora una volta, una donna imprenditrice forte e determinata, Monica Saba, della quale vi racconto qui la storia.

 

“Le Trappole del debito lungo le Nuove Vie della Seta” di Valerio Balducci. Le Nuove Vie della Seta sono un tentativo di globalizzazione sino-centrica che nasconde delle “Trappole” per i Paesi destinatari dei mastodontici investimenti. “L’Impero del Centro” starebbe, infatti, utilizzando la “Diplomazia del debito” come strumento per garantirsi l’utilizzo di infrastrutture strategiche e per influenzare le decisioni politiche degli Stati, firmatari del progetto, aventi le economie più piccole e indebitate verso l’estero.

 

“GIORNALISTI: SPECIE IN ESTINZIONE?” di Walter Zanuzzi. Il giornalismo è l'insieme delle attività e delle tecniche volte a reperire, diffondere e commentare notizie tramite ogni mezzo di pubblicazione. Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una profonda trasformazione della professione giornalistica: nel contenuto, nelle modalità,  nello stile.

 

"L’OLFATTO, un senso fondamentale nel sistema complesso di una macchina bellissima!" di Marisol Barbara Herreros. L’olfatto è uno dei sensi di questa nostra macchina del corpo umano. Le nostre narici sono due, non una, e ci sarà un perché! E gli odori vanno direttamente al cervello e vengono percepiti rapidamente, quasi in via diretta, dunque il ricordo rimane impresso molto bene nella nostra memoria.

 

“I RAGAZZI DI VIA MICHETTI” di Laura Lambiase Profeta. Via Michetti si inerpica faticosamente verso il punto più alto della città. Luogo di bellezza cosmica, lontano da turismi avidi e fetori di "vasci". Il Forte di San'Elmo attrae viaggiatori esigenti. Nel silenzio di ronzii di motorini in abiti plumbei, di teschi ammucchiati e Cristi velati si spalanca su di una Napoli nuda, ardente e cialtrona.  Ed è tutta lì, sotto i tuoi piedi, dinanzi ai tuoi occhi.

 

"OMAGGIO A DANTE" di Vincenzo Porcasi.  L'articolo finisce così: Occorrerà un nuovo modello di Stato e di forma di governo, capace di promuovere un nuovo rapporto fra sistema bancario e produttivo e la socializzazione dei risultati a favore dei cittadini  in cui operano le imprese, una forte applicazione della responsabilità sociale delle imprese, qualcosa che si realizzò a Nova Uta di Giovannea memoria.  

 

"STRUMENTI PER IL DOPO-Covid" di Umberto Santucci. Stiamo vivendo l’esperienza più incredibile forse mai avvenuta: il mondo intero che si ferma per un periodo imprecisato e si chiude in casa aspettando che tutto passi per tornare… a fare che cosa?

 

   

Buona lettura!!! Enjoy it!!!

 

Marisol Barbara Herreros

 Responsabile della Redazione

 

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO PER I LETTORI

Per accedere agli articoli pubblicati.

 

 

 

 

 Per saperne di più “Perché Caos Management” (vedi il video)

Marisol Barbara Herreros

Cilena di nascita nazionalizzata italiana, con più di 30 anni di esperienza in marketing, vendita e relazioni pubbliche (fatto anche la dogsitter a Londra, vissuto in una houseboat sul Tamigi e la receptionist di un grande albergo a Santiago, tra altre cose). Viaggiato un po', vissuto stabilmente in Santiago del Cile, Quito, Londra e Roma. Responsabile della Redazione di Caos Management. Direttore di GEManagement Ltd. Presidente Associazione Culturale Progetto Innesto.

 https://www.linkedin.com/in/barbaraherreros

 


Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to LinkedIn