Covi19: tecnologia e privacy

 

 

In regime pandemico quale quello che stiamo vivendo sono aperte 3 cacce al tesoro relative a diagnosi, cura, prevenzione.

Sugli ultimi due farmaci e vaccini sono i tesori. Per la diagnosi oggi ufficialmente abbiamo la strada del tampone (molecolare), del tampone rapido (antigenico), del test sierologico (anticorpale), ma - in relazione alle richieste crescenti ed ai tempi di risposta si battono da parte della ricerca anche strade nuove.

Così è stato rilevato, registrando le voci di malati di Covid19 e di persone sane, quali parametri differenziassero i due tipi.

Il principio scientifico focalizzato dallo scopritore di questo marker, il prof. Saggio del Policlinico di Tor Vergata, è che la voce è il risultato di 3 importanti fattori, la fisiologia della persona, la sua psicologia e la sua patologia.

Queste 3 caratteristiche danno connotati di frequenza diversi alla voce. Questa scoperta particolarmente attuale in relazione alla sua finalità si collega con una ricerca finanziata dall'UE per realizzare un'applicazione per telefoni cellulari che possa anch'essa contribuire a diagnosticare la Covid19.

Questa applicazione assiste gli scienziati nello sviluppo di algoritmi di apprendimento automatico che potrebbero stabilire se una persona sia o non sia affetta da Covid19, sulla base del modo in cui parla, tossisce, respira.

Per definire gli algoritmi e per migliorarli sono necessari numeri elevati di campioni, il che rappresenta un'oggettiva difficoltà per motivi di privacy, in quanto è necessario collegare i dati sperimentali con quelli oggettivi personali (dati demografici, storia clinica, abitudini di vita) al fine di dedurre probabilità statistiche di contrarre una malattia e relativo livello di gravità.

 

 

La prof.ssa Cecilia Mascolo dell'Università di Cambridge che dirige il progetto europeo a cui più sopra mi riferivo, riassume il modo in cui il suo team esamina modi efficienti ed efficaci riguardanti sistemi per catturare i suoni del corpo umano e consentire una diagnosi precoce di diverse malattie utilizzando l'intelligenza artificiale.

Anomalie in suoni quali pulsazioni, sibili, respiro e voce sono indicatori di malattie e, come tali, una preziosa fonte di informazioni mediche.

La prof.ssa Mascolo ha dichiarato che il suo team si concentra sull'ottimizzazione delle tecnologie audio nei dispositivi mobili per analizzare l'inizio e la progressione di svariate malattie cardiovascolari e respiratorie con un significativo potenziale per la diagnostica economica e su larga scala. Il progetto europeo si protrarrà fino al 2024.

Il suo modelli audio sono volti a sfruttare al meglio l'utilizzo di risorse hardware locali con un'ottimizzazione della  potenza ed una precisione in campionamenti audio scarsi ed in tempo quasi reale, superando quindi i limiti ai quali prima si accennava.

 

 

Luigi Campanella

Degree in Chemistry and qualified as chemist on 1961.
University teaching qualification for Electrochemistry.
Stabilised in charge Professor of "Practice Industrial Chemistry II" and then of "Practice of Applied Chemical Analysis"  at the University "La Sapienza" of Rome from 1967 to 1980.
Full Professor of "Analytical Chemistry" at the University "La Sapienza" of Rome since 1980 and of Environmental and Cultural Heritage Chemistry since 2003.Also Professor of "Agricultural Chemistry" and then "Soil Chemistry since 1994, of "Restoration Chemistry" since 1998 andof Food Chemistry since 2003 at the University "La Sapienza" of Rome.
President of the Council of the Industrial Chemistry Course from 1981 to 1983
Head of the Chemistry Department in the period 1983-86.
Director of the Ph.D. course in Chemical Science at  the University of Rome.
Dean of the Faculty of Mathematical, Physical and Natural Science of "La Sapienza" University of Rome from 1988 to 1994.
Author of about 500 publications in the field of Analytical Chemistry, Electrochemistry, Environmental Chemistry and Analytical Biotechnology. Particularly he set characterised and applied many biosensors, based on immobilised enzymes or vegetal tissues, to determine compounds of clinical, pharmacological and environmental interest. These let him to participate as a member to the CEE Research Group on "Biosensor". He also studied the application of chemical and biological procedures for the remediation of polluted (by surfactants, hydrocarbons, pesticides, heavy metals) civil and industrial wastes.
He participated at about 500 national and international Congresses.
Author of five books in the fields of Analytical Chemistry,Applied and Industrial Chemistry,Phylosophy of Chemistry,Chemistry of Cultural Heritage
President of the Division "Analytical Chemistry" of the Italian Chemistry Society from 1989 to 1990 and of the Environmental and Cultural Heritage Chemistry Division since 2004 till 2006
Vice President of the Italian Chemistry Society from 1990 to 1992.
President of MUSIS (Museum of Science and Scientific Technology) in 1991.
Scientific adviser of Rome mayor from 1993 to 1997.
Visit Scientist in Russia (MOSCOW University and Museum), Poland (Warsaw University), Canada (Moncton University), China (Pechino Environmental Sciences Institute), USA (Oak Ridge Labs), Tunisia (Tunis City of Science), Cuba (L’Avana University).
Representant of Italy in IUPAC (International Union of Pure Applied Chemistry)
Member of EUCHEM,American Chemical Society,AOAC
Responsible of Internationsal Research Agreement withL’Avana University Faculty of Sciences,with Lomonosov (Moscow)University Center of Eco Health
Member of various Study Commissions in CNR (National Research Council), MURST (Ministry of the University and of Scientific and Technological Research), ENEA (New Technology, Energy and Environmental Agency), between which the Infrastructure, Innovative Materials and Chemistry Committee of MURST, the Metals Group of Water Research Institute of CNR
Winner of International Capire Prize for a creative future on 1994 , of the European E.I.P. (School as instrument of peace) Prize on 1996 and of the Prize Science for Peace (Convention 2005)
Gold Medal 2003 of the Environmental Chemistry Division of Italian Chemical Society.
2007 Liberti Medal of Italian Chemical Society
Winner of Croce Prize 2008 for Alternative methods to experiments on animals 
Winner of Anassilaos Prize 2009 for Scientific Research


Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to LinkedIn

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna