Archivio Riviste

 

 

I Disturbi dell’Umore (Disturbi Depressivi e Bipolari) e i Disturbi d’Ansia rispondono molto bene alla terapia psicofarmacologica in quanto trattasi di malattie con importante coinvolgimento di alcune strutture del Sistema Nervoso Centrale. Il terapeuta dispone di varie molecole ad azione antidepressiva e/o ansiolitica tutte dotate di un ottimo rapporto tra efficacia e tollerabilità. I Disturbi d’Ansia e i Disturbi dell’Umore corrispondono a due modalità di manifestazione sintomatologia clinica della stessa malattia biologica cerebrale sottostante, detta Disturbo Affettivo. Questo spiega perché Ansia e Depressione, pur avendo caratteristiche diverse siano sempre associate e intimamente connesse: a volte molta depressione e poca ansia, più spesso molta ansia e poca depressione.

Il disturbo consiste in una vera e propria malattia di tipo neurodistrofico (alterazione del metabolismo) e NEURODEGENERATIVO A TIPO LENTO, con morte dei neuroni e della glia (cellule di sostegno) che colpisce nuclei e vie delle cellule neuronali monoaminergiche a sede nel Tronco Cerebrale (Serotonina, Noradrenalina e Dopamina), provocando una disfunzione della attività cerebrale e una modificazione fissa dello stato mentale normale.

 

La malattia ansioso-depressiva è dovuta a una vera e propria lesione del cervello che produce non solo dolore psicologico, ma anche dolore fisico, stanchezza, vertigini, acufeni, insonnia, cefalea e emicrania.

Tutto questo è legato alla azione della malattia sul Sistema Nervoso Centrale e, di conseguenza, sul Sistema Nervoso Periferico  (Simpatico e Parasimpatico). Oggi è errato considerare ansia e depressione come innocui disturbi funzionali, senza base organica e senza danni per l’organismo.

 

 

Effetti dell'ansia e della depressione sull'attività cerebrale

(diminuzione del metabolismo e morte cellulare).

 

In realtà, esiste da molti anni una corretta terapia farmacologica antidepressiva Tale terapia, non è una “droga”, ma possiede una azione trofica e nutritiva sulle cellule nervose: agisce sulla malattia e non sulla persona, restituendo la normalità emotiva perduta.

 

La corretta terapia antidepressiva può essere eseguita per via orale o per via endovenosa lenta. Ambedue i metodi sono efficaci nel produrre la remissione completa dei sintomi in 2-3 settimane e alla guarigione nel periodo successivo.

 

 

Scarica il file. DOWNLOAD.

Riccardo Simoni

Medico Chirurgo - Psichiatra -  Psicoterapeuta - Psichiatra Forense - Specialista in Adolescentologia - Specialista in Cefalea ed Emicrania - Professore Università degli Studi di Chieti.

Laureato in Medicina e Chirurgia Presso l'Università degli Studi di Firenze, nel 1984. Tesi: "La personalità del paziente affetto da retto colite ulcerosa : ipotesi e miti ", che ne fonda la preparazione nel campo della Medicina Psicosomatica.

Professore a Contratto Libera Università degli Studi di LUGANO (CH)L.U.de.S. 

Professore a Contratto Libera Università Europea di Roma U.E.R. 

Professore a Contratto Istituto Europeo Mediterraneo Scienza e Tecnica di Palermo I.E.M.e.S.T. 

Medico Chirurgo Psichiatra Psicoterapeuta a Firenze Psichiatra Forense Specialista in Adolescentologia 

Specialista in Cefalea e Emicrania 

Socio Membro Accademia Italiana Scienze Forensi A I S

Socio Società Medica Odontoiatrica Legale Toscana( S.M.O.L.T. )

Socio Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici(O.N.A.P.) 

http://www.riccardosimoni.it/


Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to LinkedIn

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Archivio riviste precendenti al n80

la rivista nel suo vecchio formato in xhtml)