Archivio Riviste

METACOMUNICAZIONE ANALOGICA - PRINCIPI DI LINGUAGGIO
____________________________________________________________

Comunicare è un bisogno fondamentale dell'uomo.
Il processo di comunicazione si finalizza, però, soltanto quando l'informazione trasmessa raggiunge lo scopo di orientare il comportamento del destinatario e appare al suo vaglio:


La comunicazione si  realizza soltanto nella partecipazione.
Solo là viene trasmessa informazione.

In altre parole il messaggio diventa una comunicazione solo in conseguenza della partecipazione suscitata, fenomeno in cui esso ha un aspetto sociale, di gruppo, relazionale, e cioè


metacomunicazionale





Metacomunicazione Analogica
_______________________________________________________________


-  Ha validità generale, riguarda relazione, empatia, intelletto

-  Ha a che fare con il significato e con l’intenzione della dinamica di comunicazione

Semantica, questioni di perché

-  Nessuna distinzione tra passato, presente e futuro, tra prospettive spaziali e temporali

Umanistica





Comunicazione Numerica
___________________________________________


Descrive e spiega oggetti.

Ha che fare con il contenuto della conoscenza e con la trasmissione della conoscenza stessa

Sintattica, questioni di come

Riesce a spiegare i valori negativi

Tiene conto di prospettive spazio-temporali

Meccanicistica



C  N  V

COMUNICAZIONE NON VERBALE
____________________________________________________________________





PROSEGUE IL RIPASSO

Franco Marmello

Membro AIF Associazione Italiana Formatori, Responsabile Italia “Bottega del Cambiamento”, Giornalista, scrittore. Il progetto bottega si rivolge all'Uomo Nuovo in Azienda: una risorsa consapevole della complessità organizzativa provocata dal fenomeno del cambiamento, consapevole di dover crescere in modo meno empirico rispetto al passato, sia sul piano professionale che sul piano umano.


www.bottegadelcambiamento.it


Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to LinkedIn