Archivio Riviste


Il web marketing aiuta l’innovazione. L'innovazione emerge se c’è la capacità di correlare le informazioni tra i diversi settori della conoscenza.

 

Key: web marketing
Il web marketing è sempre più oggetto di analisi, di sperimentazione e attenta misurazione dei risultati da parte di analisti, consulenti e studiosi. Questo per rispondere alle esigenze sempre più specifiche ed attente di chi fa business, di chi ha un’azienda, di compra o vende, insomma: di tutti. Il sistema mercato, la vulnerabilità delle aziende, la forte instabilità dinamica delle condizioni economiche richiede sempre più precisione previsionale per le aziende che, a loro volta, sono sempre meno disposte ad investire senza la benché minima certezza di un ritorno dell’investimento.

 

Il web marketing, in tutto ciò, come si pone con le sue logiche di investimento, con le sue azioni strutturare e le strategie applicate a volte in modo “poco creativo”?

 

Spesso i risultati ottenuti da molte strategie di web marketing vengono disattese, i risultati non corrispondono alle previsioni. Quindi flop d’investimento. Perdita. Nessun guadagno.

Il web marketing invece è, o dovrebbe essere, un sistema di analisi (iniziale) e di conseguenti azioni (finali) in grado di dare risposte il più possibile certe, vale a dire: se investo in questo, avrò questo.

Ogni imprenditore, per ridurre in estrema sintesi, potrà riconoscersi in questo dubbio amletico, nel dover decidere se investire in web marketing: “… sono disposto ad investire ma chi mi dice se poi questo investimento produrrà effetti positivi? “.

Questo avviene in ogni Sistema Mercato, in ogni azienda (grande o piccola che sia) e nei pensieri più nascosti di ogni consulente, esperto o alle prime armi.


Web marketing e teoria del caos: vale a dire come è possibile analizzare e prevedere (per quanto ci è dato prevedere) cosa succederà dopo aver compiuto un’azione? Se faccio A come sarà B?
La teoria del caos, diciamo brevemente, è lo studio, attraverso modelli propri della fisica matematica, dei sistemi dinamici che esibiscono una sensibilità rispetto alle condizioni iniziali.

Nasce dalle intuizioni del meteorologo Edward Lorenz che nel 1960 studiò una formula per prevedere con certezza i cambiamenti climatici. Per rendere estremamente semplice il concetto e poi provare ad applicarlo al nostro ragionamento sul web marketing, usando le stesse parole del meteorologo, possiamo dire che, “… il battito delle ali di una farfalla in Brasile, con il suo piccolissimo spostamento delle molecole dell’aria, può provocare a distanza di tempo un tornado in Texas”.

Questo ragionamento, frutto di sperimentazione ma non dimostrabile dal punto di vista matematico, ritiene che il battito delle ali della farfalla, insieme ad altri cambiamenti possa influenzare la forza e la direzione del vento in altre parti del pianeta, determinando così l’imprevedibilità del futuro.

 

Un proverbio cinese che dice “Un singolo fiocco di neve può piegare una foglia di bambù.”

 

Rimanendo nella meteorologia, è possibile sapere una data temperatura, uno scenario di cattivo tempo, pioggia, o sole, ma non potremo sapere con esattezza se pioverà o se cadrà la neve a dicembre in un determinato luogo di analisi. Il motivo per cui il tempo atmosferico, anche se non è totalmente prevedibile, rimane però (entro certi limiti) prevedibile e dato dal fatto che esso è parte di un sistema di azioni e reazioni (anche se non totalmente lineari).

 

Una ulteriore riflessione prima di ritornare al web marketing ed alla teoria del caos:
…tanto più ristretto è il tempo di previsione tanto maggiore è la corrispondenza dell’evento futuro.

 

Quindi possiamo sostenere con ragionevolezza che le previsioni di lungo periodo sono assolutamente instabili e difficilmente prevedibili nella piena esattezza. Gli esempi che dal mondo economico ci vengono sono tanti: la crisi del 1929 si avventò sugli Stati Uniti quasi senza preavviso, la crisi petrolifera del 1973, la crisi dei subprime con le sue logiche finanziarie scoppiata nel 2006 negli Stati Uniti.

 

“…Tutte le previsioni di lungo periodo sono assolutamente inutili.  Concepire il Mercato come un sistema lineare è pura follia.”

 

È possibile invece ragionare sul sistema azienda-cliente come un sistema sicuramente instabile, ma non totalmente fuori controllo. È possibile cioè concepirlo come un sistema caotico e vedere le interazioni tra azienda e cliente come non lineari.
Il marketing e quindi anche il web marketing ha sostenuto fino a pochi anni fa che era necessario capire, analizzare e misurare il cliente per poi essere in grado di soddisfare in modo certo i suoi bisogni e le sue necessità. Ma oggi, ci confrontiamo con dinamiche che ci fanno capire che le cose non vanno proprio così.

 

Vale a dire: “non è detto che se farò A, otterrò B, anche se le analisi, i numeri, e le sperimentazioni lo farebbero credere.”

 

Nel nostro sistema Mercato, ogni azione genera una reazione, spesso imprevedibile e sicuramente non-lineare. Ade esempio, se lanciamo un nuovo prodotto, la concorrenza cambierà le proprie attività, il cliente cambierà il proprio punto di vista ed esprimerà nuovi bisogni e necessità, e così via in un succedersi di azioni e reazioni non sempre logiche e sicuramente non lineari.

Nel nostro sistema mercato di riferimento il cliente reagisce alle informazioni che riceve con azioni che a loro volta generano altre azioni, e così via. In questo senso è il marketing che “crea” la domanda e il mercato. Quindi nel ragionare di marketing e di web marketing è importante soffermarsi non da dove arrivano le azioni-reazioni ma capirne l’interazione e cosa scaturisce da quest’ultima. Tenendo però sempre presente che siamo in presenza di fenomeni non ripetibili e non lineari.

Nel marketing e nel web marketing se riduco il prezzo di un prodotto/servizio non avrò sempre la stessa reazione del cliente. Il marketing ed il web marketing vanno dunque affrontati come dinamiche non lineari e non ripetibili. Vale a dire: I risultati di una medesima azione di web marketing cambieranno continuamente.

Detto ciò potremmo “portarci a casa” due concetti nuovi:

  1. le azioni di web marketing adottate in un Piano strategico possono essere vincenti o ininfluenti, ma non potranno mai essere ripetibili meccanicamente. Il risultato della ripetizione cambierà sempre. Perché lo scenario sarà sempre diverso. 
  2. La programmazione ha una sua validità e possibilità di esattezza solo in periodi brevi.

 

Il web marketing e la pianificazione. Mi diceva un mio caro maestro: “…prima spara e poi prendi la mira!”

Anche alla luce di questo ragionamento pianificare è ancora indispensabile. È necessario però pianificare in maniera dinamica. Pianificare a breve termine, prevedere tutte le possibili azioni alternative e controllarle continuamente. Questo consentirà di modificare dinamicamente la pianificazione.

Per svolgere una attività di web marketing in una situazione di mercato “caotica” è necessario non solo avere il massimo delle informazioni, ma anche utilizzarle in maniera razionale e creativa e poi essere pronti a modificare spesso il tiro.


“…prima spara e poi prendi la mira”

 

salvatore sorgente

Consulente Web Marketing e Social Media Strategy, certificato Google in eccellenze digitali. www.sorgenteweb.it


Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to LinkedIn

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Archivio riviste precendenti al n80

la rivista nel suo vecchio formato in xhtml)